Lite tra cani in casa: pitbull uccide piccolo pinscher. La scoperta è stata fatta dal proprietario al suo rientro: l’animale è finito in canile.

Pitbull azzanna e uccide un pinscher

L’episodio è avvenuto in un appartamento di Sesto San Giovanni, nel quartiere Rondinella, in zona ospedale. Il padrone dei due cani, tornato a casa alle 2 della notte tra martedì e mercoledì, una volta aperta la porta d’ingresso si è trovato davanti il povero cagnolino senza vita, azzannato a morte dall’altro suo animale, un grosso pitbull. Al momento non è chiaro se il pitbull abbia dato in passato altre prove di aggressività: sono ancora in corso aggiornamenti in tal senso. Sta di fatto che il proprietario – un 30enne italiano, papà di due minorenni – ha deciso di allertare la Polizia di Stato, preoccupato per quanto avvenuto e per altre possibili esplosioni di violenza dell’animale. Sul posto è intervenuta una volante del Commissariato di Sesto.

Il pitbull portato per precauzione in canile

Il cane autore dell’aggressione mortale è stato prelevato dall’abitazione e portato presso il canile Fusi di Lissone. Sarà visitato e verrà accertato il rispetto di tutti gli adempimenti previsti dalla legge, a cui i proprietari di animali devono attenersi. Uno su tutti, la presenza del microchip di identificazione dell’esemplare. Verrà inoltre verificato se il pitbull sia o meno pericoloso.

Leggi anche:  Falso vigile in divisa truffa anziana: rubati soldi e gioielli

Un corso obbligatorio per il padrone

Se il pitbull venisse ritenuto pericoloso, il padrone potrebbe vedersi costretto a seguire un corso obbligatorio per la corretta gestione dell’animale. E se si dovesse rifiutare, rischierebbe una denuncia all’Autorità giudiziaria.