Malore mentre beve un caffè al supermercato Esselunga di Macherio, gravissimo un 69enne.

Gravissimo un 69enne

Stava bevendo un caffè in compagnia di amici quando ha avvertito un malore improvviso. Versa in gravi condizioni il 69enne che ieri, mercoledì 22 maggio, intorno alle 18 si è sentito male all’interno dell’Esselunga di Macherio. L’uomo è andato in arresto cardiaco: sono subito intervenuti due dipendenti del supermercato, che avevano frequentato il corso di formazione con Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza), realizzato negli store lombardi, e in seguito una soccorritrice che si trovava in Esselunga a fare la spesa. E’ stato utilizzato il Dae (defibrillatore) da poco posizionato nello store e dopo la scarica indicata si è verificata la ripresa di circolo. Sul posto sono arrivati anche i volontari della Croce Verde di Lissone e l’automedica di Monza e Brianza. Le condizioni dell’uomo sono apparse subito gravi tanto che l’intervento è stato attivato in codice rosso così come il trasporto all’ospedale di Desio per essere sottoposto agli accertamenti e alle cure del caso.

Leggi anche:  Malore al mercato: muore donna di 64 anni

E’ ricoverato a Desio

Il 69enne è attualmente ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Desio. Non si tratta del primo caso di pronto intervento all’interno dei supermercati. In quest’ultimo anno si sono verificate situazioni analoghe nei negozi Esselunga. “Sono eventi che danno un bel segnale per la sicurezza di decine di migliaia di persone che vanno a fare la spesa, oltre che l’ennesima riprova che è il cittadino formato a fare la differenza anche nelle situazioni di estrema emergenza come l’arresto cardiaco – fa sapere l’ufficio stampa dell’Agenzia – A oggi Areu ha formato quasi 220mila cittadini  in tutta la Lombardia”.

Il servizio anche sul Giornale di Carate in edicola martedì 28 maggio 2019.