Maltempo: Seveso a rischio esondazione. A Meda sacchi di sabbia, si teme per il Tarò. La Protezione Civile mette a disposizione un numero per le emergenze.

Seveso a rischio esondazione

Tra i sorvegliati speciali di queste ci sono ovviamente i corsi d’acqua che si sono ingrossati in poco tempo a causa delle violente e incessanti piogge. Poco fa è arrivata la nota del sindaco di Varedo che ha comunicato alla cittadinanza l’allarme della Protezione Civile riguardo al Seveso, tra gli osservati speciali. Ecco quanto scritto nell’avviso del sindaco:

La Regione Lombardia ha diramato un avviso di codice rosso per rischio esondazione che interessa il torrente Seveso per quanto riguarda il comune di Varedo, considerando uno scenario di criticità elevata per le forti precipitazioni in corso, non escludendo possibili esondazioni nel corso della serata e della notte prossima.

Si invitano i cittadini residenti nelle zone lungo il Torrente Seveso ad adottare ogni precauzione a tutela della propria ed altrui incolumità, in particolare a non stazionare in zone interrate (box, cantine) o in prossimità delle sponde del torrente Seveso.

Il gruppo di volontari di Protezione Civile sta monitorando la situazione ed interverrà con i propri mezzi in caso di necessità. Numero telefonico solo per emergenze: 3483174719

A Meda sorvegliato speciale il Tarò

Spostandoci a Meda i cittadini in queste ore stanno sistemando dei sacchi di sabbia lungo vicolo Rho e via Dei Mille. Si teme per il torrente Tarò che in queste ore si è ingrossato particolarmente.

Leggi anche:  Spaccata all'Esselunga di Paina

Sempre a Meda la grande quantità di acqua scesa nelle ultime ore ha creato allagamenti in via Solferino e via Pastrengo. Qui di seguito le ultime immagini arrivate dal posto: