Maltrattamenti su anziani: la casa di riposo di Besana smaschera i dipendenti violenti. Nei guai 5 Ausiliari Socio Assistenziali della struttura “Fondazione G. SCOLA Onlus”.

LEGGI QUI IL COMUNICATO EMESSO DALLA FONDAZIONE SCOLA 

Maltrattamenti su anziani: nei guai 5 persone

Oggi, lunedì 29 luglio, al termine di una articolata attività di indagine coordinata dalla Procura Repubblica di Monza ed effettuata anche mediante attività tecnica, i Carabinieri di Besana hanno deferito in stato di libertà cinque Ausiliari Socio-Assistenziali, tutti italiani (4 donne e 1 uomo), e dipendenti della casa di riposo “Fondazione G. SCOLA Onlus” che si trova appunto a Besana.

I cinque soggetti sono accusati di maltrattamenti e percosse continuati e aggravati nei confronti di sei ospiti della struttura (cittadine italiane di età compresa tra 81 e 99 anni), commessi tra agosto 2018 e marzo 2019.

L’attività d’indagine dei Carabinieri è partita da una segnalazione pervenuta dalla direzione della struttura alla locale Stazione dei militari.

Percosse, minacce di morte e insulti

In particolare, in base a quanto emerso dall’indagine dei militari che si sono avvalsi anche di telecamere, i cinque soggetti denunciati sarebbero responsabili di violente percosse (schiaffi al viso e agli arti, strattonamenti, spintoni), minacce di morte, insulti e atteggiamenti “dispettosi” ( scoprendo le vittime all’improvviso durante il sonno, lanciando acqua sul viso) nei confronti di anziane donne, di cui alcune con difficoltà motorie/disabilità.