Pronto un investimento di quasi 400mila da parte del Comune di Vimercate per rifare marciapiedi e realizzare delle nuove piazzole per i rifiuti fuori dalle case comunali.

La lista delle opere da realizzare

Messi a bilancio quasi 400 mila euro per la sistemazione dei marciapiedi e per la realizzazione delle nuove aree per rifiuti adiacenti gli edifici di proprietà comunale.

L’investimento più importante di 160 mila euro è stato fatto per la sistemazione dei marciapiedi della centrale piazza Unità d’Italia e per quelli di via Pellizzari. Entrambi i marciapiedi hanno una superficie rovinata dalla presenza di radici che ne deformano il camminamento. In piazza Unità d’Italia il tratto rovinato è quello a fianco della Banca Intesa e all’estremità della piazza vicino all’imbocco con via De Castilia. Intervento più importante invece su via Pellizzari dove quasi tutto il tratto di marciapiede è deformato dalle radici degli alberi presenti: questi verranno rifatti e resi nuovamente percorribili.

Stesso problema di radici che hanno deformato la superficie ma diverse soluzione per quelli di via Einaudi a Oreno: vista la presenza di una sede stradale più ampia rispetto a via Pellizzari verrà realizzata un’aiuola intorno alle piante e il marciapiede correrà nel primo tratto fra l’aiuola e i muri di cinta delle case e nel secondo tratto a fianco dell’area verde. Nell’ultimo tratto compreso fra via Asiago e la via campestre saranno invece potate le piante per consentire la realizzazione del marciapiede. In totale il Comune investirà 138mila euro.

Leggi anche:  Al Must di Vimercate il panettone SottoCasa artigianale

Le aiuole per la raccolta dei rifiuti

Ultimo investimento ma non per importanza riguarda le aree di raccolta dei rifiuti delle case comunali. Verranno realizzati spazi appositi dove depositare tutti i rifiuti domestici deglis tabili comunali di via Piave n. 18 (Cascina Fabbrica), Pellegatta n. 11/13, Cadore n. 14/16, Moriano n. 11 per un importo complessivo di 71.000 euro. Diverse volte, anche sul giornale, avevamo denunciato la situazione di disagio al di fuori di alcune di queste abitazioni con cumuli di rifiuti abbandonati senza alcun tipo di differenziazione: una situazione che il Comune spera di risolvere con le nuove strutture di raccolta.