“Market della cocaina” a cielo aperto chiuso dalla Polizia di Stato: un arresto e 130 dosi sequestrate. Le due volanti dei Commissariati di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni erano intervenute per quelli che sembravano schiamazzi: in realtà si trattava del via vai dei clienti che si rifornivano di droga.

Spacciatore di cocaina in manette

A finire in manette ieri sera, venerdì, è stato un 23enne italiano, A.S.. Processato per direttissima questa mattina, sabato, in Tribunale, a Monza, il giudice lo ha spedito agli arresti domiciliari, in attesa della prossima udienza del processo. La sua parabola discendente è iniziata attorno alle 23, quando alla Centrale operativa è arrivata una chiamata. Chi era al telefono segnalava degli “schiamazzi sotto casa”, in via Monte Nevoso, a Cinisello Balsamo, con un continuo andirivieni di persone. L’agente in centrale, raccogliendo le informazioni al telefono, ha subito capito che si sarebbe potuto trattare di ben altro. E il suo fiuto non lo ha ingannato.

L’intervento delle due pattuglie

Quando gli agenti dei Reparti volanti sono arrivati sul posto, si sono trovati davanti una vera e propria folla: quindici persone. Non semplice è stato evitare che il gruppetto si disperdesse. E i poliziotti, con grande fiuto, hanno nel giro di pochi istanti capito il motivo di tanta “ressa”: come le api attorno al miele, quelli non erano altro che clienti. Il loro obiettivo era rifornirsi di “polvere bianca” in vista della nottata.

Leggi anche:  Precipita dalla scarpata col quad: muore escursionista di Cesano

Una cassetta dei giornali usata come “magazzino”

Sottoposti tutti a perquisizione, al 23enne gli agenti dei due Commissariati hanno trovato addosso le prime 3 dosi di cocaina. Ispezionando la zona, però, i poliziotti hanno scoperto anche il “magazzino” dello spacciatore: una cassetta pubblica dove vengono sistemati i giornali. E proprio in un foglio di giornale appallottolato c’erano altre 25 dosi sempre di cocaina.

Il “fiume” di cocaina non si arresta: droga anche in casa

La “ciliegina sulla torta” è spuntata fuori all’interno dell’appartamento del 23enne, che risiede proprio a Cinisello. In casa sono state rinvenute altre 100 dosi di stupefacente, sempre di cocaina, e 1.500 euro in contanti. Anch’essi sono finiti sotto sequestro, in quanto provento dell’attività di spaccio. Insomma, i residenti di via Monte Nevoso potranno tornare a dormire, mentre gli amanti dello “sballo” non potranno far altro che rassegnarsi: il “market della droga” ha chiuso i battenti.