Mediaworld sciopero dei dipendenti a Verano.

Sabato mattina

MediaworldMediaWorld trasferisce 500 dipendenti in Brianza sciopero dei dipendenti, a Verano. Questa mattina, davanti al negozio di via Furlanelli, una sessantina di dipendenti della Brianza ha manifestato contro la chiusura della sede principale del colosso, a Curno, e il trasferimento di 500 lavoratori a Verano.

I sindacati

Insieme ai lavoratori dei punti vendita di Verano, Busnago, Limbiate e alcuni dipendenti arrivati da Cantù e Lecco, c’erano i rappresentanti delle segreterie sindacali di Cgil Filcams , Laura Lautieri, e Francesco Barazzetta della Cisl Fisascat. Il presidio di questa mattina, è il primo nella Brianza, ma ieri, hanno manifestato a Bergamo centinaia di lavoratori. Il trasferimento a Verano, che dovrebbe avvenire ad ottobre,  potrebbe mettere a rischio molti lavoratori, anche i 40 che lavorano  nel punto vendita di via Furlanelli.

Le dichiarazioni

“E’ inaccettabile che Mediaworld chiuda negozi all’improvviso, minacciando trasferimenti a centinaia di chilometri di distanza che costringerebbero i lavoratori a licenziarsi. Dietro ogni lavoratore c’è una famiglia ed un progetto di vita che devono essere rispettati”, hanno precisato i due rappresentanti sindacali.

Leggi anche:  Truffata da una cartomante, veranese si sfoga in tv

Le decisioni dell’azienda

L’azienda al 31 marzo chiuderà i punti vendita di Grosseto e Milano centrale, mettendo in difficoltà 50 lavoratori; Mediaworld ha anche annunciato la fine del contratto di solidarietà che vede coinvolti 200 dipendenti e ad ottobre è prevista la chiusura della sede di Curno, con il conseguente spostamento a Verano di 500 dipendenti. Dal 1 maggio poi ci sarà anche la riduzione unilaterale dei trattamenti economici relativi al lavoro domenicale dal 90% al 30%.