Un cittadino italiano classe 1996, residente nella provincia di Monza-Brianza, ritenuto responsabile del reato di atti persecutori, nel giro di circa una settimana ha ricevuto tre provvedimenti restrittivi della libertà da parte dei militari della Stazione di Mozzate e di Lomazzo.

Misura cautelare per un 22enne

P.T. è stato sottoposto lo scorso 24 marzo a misura cautelare per il reato di atti persecutori e posto in regime di arresti domiciliari per aver molestato in più occasioni la sua ex fidanzata e  per aver violato il divieto di avvicinamento
alla stessa. Pochi giorni dopo è stato tratto in arresto per il reato di evasione, venendo rintracciato dai militari della Stazione di Lomazzo in una sala giochi di Mozzate a seguito di una pervicace attività di ricerca. Posto in regime di arresti domiciliari all’esito di rito direttissimo, ha tuttavia continuato nelle condotte persecutorie nei confronti dell’ex fidanzata, molestandola nuovamente.  Lo scorso 30 marzo il giovane è stato associato presso la casa circondariale di Monza.