Ha aggredito un carabiniere prendendolo a calci e pugni, provocandogli una contusione alla mano. Poi si è scagliato contro un netturbino.

Sarà processato per direttissima oggi alle 11, l’uomo che ieri mattina – venerdì – poco dopo le 11 ha dato in escandescenze nelle vicinanze di un bar di via Luca della Robbia, a Cederna, Monza.

I fatti a Cederna

Ubriaco fradicio, ha iniziato a litigare con un netturbino. Qualcuno di passaggio ha quindi chiamato le Forze dell’Ordine. Una volta sul posto, i carabinieri hanno provato a calmarlo. Invano. L’uomo, un 30enne che risiede in zona, ha continuato a tirare calci e pugni ai presenti.

Nel frattempo era arrivato anche l’addetto alla rimozione stradale, chiamato perché lo stesso soggetto aveva parcheggiato il furgone preso a noleggio – un Ducato – sul marciapiede. Ha iniziato a intimidire anche quest’ultimo.

Aggredito il Carabiniere

Il militare si è ferito alla mano proprio nel tentativo di bloccarlo. Portato in caserma, ha continuato a dare in escandescenze. La direttissima, oggi in Tribunale a Monza.

Leggi anche:  Finti carabinieri derubano anziana, indagini con le telecamere

Al militare, invece, che era stato trasportato al San Gerardo, i medici hanno dato 12 giorni di prognosi.

Tutti i particolari sul Giornale di Monza di martedì