Una manifestazione per dire basta alle morti sul lavoro. Questa mattina le sigle sindacali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil manifestano davanti all’azienda Iras di via Boltraffio a Lissone dove si è verificato l’incidente mortale che ha coinvolto il 56enne Valter Cassanmagnago.

“Morti sul lavoro, serve più sicurezza”

I vertici dei tre sindacati brianzoli, insieme a un picchetto di dipendenti, hanno deciso di scendere in piazza per esprimere solidarietà e per sensibilizzare sul tema della sicurezza sul posto di lavoro.

Pochi minuti fa si è tenuta anche l’assemblea tra dipendenti dello stabilimento e parti sociali per discutere del tema. La manifestazione proseguirà poi in via Passerini a Monza, davanti alla sede di Assimpredil.

Siamo qui per portare solidarietà e cordoglio alla famiglia e i lavoratori hanno deciso di sospendere il lavoro e unirsi a questo momento di unione per dimostrare che i morti sul lavoro non sono solo una statistica.

Questo il primo commento di Gianfranco Cosmo della sigla Fillea Cgil al termine dell’assemblea che ha coinvolto

Leggi anche:  Cade dalla moto: 56enne finisce in ospedale SIRENE DI NOTTE

Incidente mortale in via Boltraffio

Nell’impresa lissonese di via Boltraffio, lo scorso mercoledì il 56enne Valter Cassanmagnago aveva perso la vita a seguito del ribaltamento di un piccolo escavatore. L’uomo, al volante del mezzo in manovra, ne aveva perso il controllo rimanendo schiacciato.

dalla nostra inviata Stefania Galletti

© RIPRODUZIONE RISERVATA