E’ morto Walter Mapelli, ex pm di Monza.

La morte

Walter Mapelli è morto questa mattina alle 8,30. Era malato da tempo, ma aveva lavorato fino a un mese fa. Da quasi tre anni era alla guida della Procura di Bergamo. Era conosciutissimo a Monza dove abitava e dove era stato sostituto procuratore dal 1987 al 2016.

Chi era

Nato a Limbiate nel 1958, la sua vita era gravitata quasi interamente su Monza. Walter Mapelli aveva frequentato il Classico al Liceo Zucchi e si era poi laureato in Giurisprudenza. Ex dipendente della Sip, prima della sua “trasformazione” in Telecom, Mapelli era entrato in Magistratura nel 1985. Era sposato con due figli. La moglie Laura Canegrati è stimata docente alla scuola “Anzani”. Aveva condotto numerose inchieste, alcune molto delicate degli ultimi anni, arrivate anche alla ribalta delle cronache nazionali. Basti pensare a Tangentopoli, ma anche ai casi Cirio, Impregilo, Imi Sir. Era un grande appassionato di saggistica, storia militare e di tennis, sport che praticava nel tempo libero.

Il cordoglio del Comune e i funerali

Tanti i messaggi di cordoglio che stanno arrivando in questa fase della mattinata: amici, conoscenti, professionisti legati al mondo forense. Tra questi, anche quello del sindaco Dario Allevi e dell’Amministrazione comunale : “Un servitore della Stato, profondo conoscitore del tessuto economico brianzolo. Mancheranno la sua sensibilità e la sua capacità di comprendere a fondo le persone”. I funerali di Walter Mapelli saranno celebrati mercoledì pomeriggio alle 15,30 nel Duomo di Monza.

Leggi anche:  Condannato a 5 anni per il business dei permessi di soggiorno

Il cordoglio della Provincia di MB

La Provincia di Monza e Brianza, con il Presidente Roberto Invernizzi e il Consiglio provinciale, si unisce al cordoglio per la scomparsa del dottor Walter Mapelli. “In Brianza resterà sempre un ricordo del suo operato come esempio di grande integrità da trasmettere alle giovani generazioni che si apprestano ad intraprendere la carriera in magistratura. Anche dopo il trasferimento alla procura di Bergamo non hai mai smesso di essere parte del territorio, presenza importante e di riferimento per Istituzioni e cittadini. Una perdita enorme ma rimarrà l’esempio di una vita dedicata alla legalità ed alla giustizia”.