Non rispondeva alle insistenti telefonate così hanno pensato che le fosse accaduto qualcosa. Quindi hanno allertato ambulanza e Vigili del fuoco che si sono precipitati in via Boccaccio a Sesto San Giovanni. Peccato però che la ragazza stava benissimo, si era semplicemente addormentata.

Maxi mobilitazione di mezzi in via Boccaccio

La maxi mobilitazione dei soccorsi si è verificata nel primo pomeriggio di ieri, lunedì, a Restellone. Davanti al condominio sono intervenuti i pompieri di Sesto San Giovanni e un equipaggio del 118 pronti a soccorrere una trentenne chiusa nel suo appartamento. L’allarme è stato dato dai famigliari della giovane che si sono preoccupati perchè non rispondeva al cellulare.

La ragazza si era addormentata con il cellulare in modalità vibrazione

Pensando probabilmente a un malore hanno così chiamato i soccorsi. Una volta sul posto si è scoperto il motivo per cui non rispondeva alle chiamate. La trentenne stava infatti benissimo, semplicemente si era coricata dopo pranzo con inserita la vibrazione nel telefonino. Per questo motivo non sentiva le chiamate…

Leggi anche:  Insegnante "rapita" dalla manga-mania

Falsi allarmi di questo tipo succedono. Il più recente ha visto protagonista un’anziana che non rispondeva a citofono e telefono perchè si era dimenticata di indossare l’apparecchio acustico.