Occhi aperti alla truffa della frutta. L’invito arriva direttamente dal Commissariato della Polizia di Stato dopo che in questi giorni a San Fruttuoso due giovani hanno messo a segno quella che nell’ambiente è nota come la “truffa della frutta”.

Il fatto

I fatti risalgono a sabato mattina, quando un residente del quartiere è stato avvicinato da un furgoncino bianco con a bordo due giovani italiani, con accento campano. I malviventi hanno “attaccato bottone” presentandosi alla loro vittima come proprietari di un negozio ortofrutticolo. Neanche il tempo dei convenevoli e i due hanno prelevato delle cassette di frutta dal furgone caricandole nel baule dell’auto del cittadino. Questi vista l’insistenza dei due giovani e al fine di allontanarli, si è visto costretto a pagare la frutta.

La truffa

E qui è scattato il “pacco”, la truffa, con una buona dose di fortuna da parte dei truffatori. L’uomo infatti aveva una banconota da 50 euro. Lo sviluppo della vicenda è facile da immaginare. Lo sventurato passante ha infatti ricevuto come resto in resto due banconote da 20,00 euro. I due giovani hanno poi caricato nell’auto della vittima un’altra cassetta di frutta, ma a quel punto l’uomo si è dichiarato contrario all’acquisto della frutta e ha restituito le cassette ai due giovani che si sono allontanati velocemente dal posto. Stessa cosa fatta dall’ignara vittima che nel frattempo aveva riottenuto le 50 euro. Una somma suddivisa però in tre banconote. Quando però si è fermato poco dopo ad acquistare le sigarette, si è reso conto che le banconote ricevute in cambio da quei due giovani erano false.

Leggi anche:  Auto abbatte cartello stradale tra Mariano e Paina FOTO

Massima attenzione

All’uomo non è rimasto che andare a sporgere denuncia dell’accaduto, della truffa subita, al Commissariato della Polizia di Stato. E proprio dagli agenti e dagli uffici di viale Romagna arriva l’invito alla massima attenzione di fronte a episodi di questo tipo. “La preghiera è di diffondere il più possibile queste notizie e scongiurare ulteriori truffe in danno di ignari cittadini. Agli stessi cittadini poi la raccomandazione è di prestare la massima attenzione di fronte a sconosciuti”.