Omicidio di Erbusco, la confessione di Chiara Alessandri. La 43enne, originaria di Rho, ha ammesso davanti agli inquirenti di aver ucciso la coetanea Stefania Crotti.

La confessione

L’ha colpita alla testa più volte, prima di caricarla in macchina e di darle fuoco nelle campagne alle porte di Erbusco, Comune del bresciano. Così Chiara Alessandri, 43enne originaria di Rho, da qualche anno trasferitasi nella Bergamasca, ha ucciso Stefania Crotti, anche lei 43enne. Davanti agli inquirenti, la Alessandri è scoppiata in lacrime e ha confessato il terribile omicidio.

“Ci eravamo viste per chiarirci – ha detto – Poi abbiamo litigato”.

Il movente del delitto è passionale. Chiara, infatti, ha avuto una relazione col marito della vittima, che poi ha scelto di tornare dalla moglie.

Il ritrovamento del cadavere

Il cadavere della 43enne Stefania Crotti era stato ritrovato a Erbusco, nel bresciano, nella giornata di sabato. Le Forze dell’ordine la stavano cercando in tutta la Lombardia: giovedì era scomparsa dopo essere uscita dal lavoro. La donna, di Gorlago, era uscita dal lavoro a Cenate Sotto, intorno alle 15.30, e da quel momento non si erano avute più avuto sue notizie. Poi, sabato mattina, la tragica scoperta. Lo riportano i colleghi di bresciasettegiorni.it.