Operazione antidroga, segnalati due studenti del “Mapelli”. La Polizia locale di Monza ha identificato uno studente maggiorenne e una studentessa minorenne. Controlli anche in stazione.

Operazione antidroga

Blitz antidroga ieri, lunedì 21 gennaio, da parte del N.O.S.T., il nucleo operativo sicurezza tattica, della Polizia Locale di Monza. Gli agenti (quattro operatori in divisa e due in abiti civili e auto priva di insegne), con il supporto dell’unità cinofila del N.O.C. (Nucleo Operativo Cinofili), hanno organizzato un servizio mirato alla prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti da parte degli studenti degli istituti scolastici di Monza.

Due studenti del «Mapelli» identificati

Sotto i riflettori del N.O.S.T. alcune aree limitrofe all’Istituto tecnico statale commerciale e per geometri «Achille Mapelli» tra viale Libertà e via Sant’Anastasia. L’operazione ha permesso di identificare uno studente maggiorenne in possesso di poco più di tre grammi di hashish in un’area verde poco distante dalla scuola e una ragazza minorenne intenta a fumare uno spinello e con in tasca circa un grammo di Hashish. A entrambi sono state sequestrate le sostanze stupefacenti e sono stati segnalati alla Prefettura per i successivi provvedimenti (art. 75 DPR 309/90). La minorenne è stata consegnata ai genitori chiamati sul posto dagli agenti.

Controlli per tutelare i più giovani

L’obiettivo di queste azioni, ha spiegato l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena, è quello di «assicurare un controllo capillare e incisivo nei pressi delle scuole, luoghi sensibili. Alle scuole e alle famiglie il compito di comprendere il fenomeno, gestirlo ed educare i ragazzi. A noi il compito di colpire duramente chi entra nelle scuole con la droga e chi la spaccia. Ma al di là dell’azione repressiva il messaggio che vogliamo che passi è semplice: i giovani sono i soggetti più deboli, i controlli sono uno dei modi per tutelarli. E lo capiscono anche gli adulti, come dimostrano i genitori della ragazza che fumava lo spinello che hanno ringraziato gli agenti di Polizia Locale per l’intervento».

Leggi anche:  Concorezzo piange il podista "gambero"

Azione in via Lecco

La prevenzione e la repressione dello spaccio, del consumo e della detenzione di sostanze stupefacenti è stata al centro dell’attività del N.O.S.T. Dopo il controllo delle strade vicine all’Istituto «Mapelli», gli agenti si sono spostati in via Lecco, nella zona della Biblioteca comunale, area ove si danno appuntamento soggetti senza fissa dimora e dove in più occasioni sono state segnalate situazioni di spaccio: l’attività ha permesso di identificare alcune persone già note al Comando di Polizia Locale, ma non è stata accertata alcuna irregolarità.

Cittadino extracomunitario denunciato in Stazione

Infine il N.O.S.T. si è spostato presso il piazzale della Stazione FF.SS. con agenti in abiti civili pronti a segnalare movimenti sospetti. L’intervento degli uomini del N.O.S.T. in divisa e del N.O.C. ha permesso di fermare un cittadino extracomunitario originario del Gambia, che, dopo una breve resistenza, ha consegnato circa 7 grammi di hashish, già suddivisa per lo spaccio. Per questo è stato denunciato: il giovane, in quanto privo di documenti, è stato fotosegnalato
ai Carabinieri.