Operazione della Polfer, sette denunciati. Controllate 65 stazioni ferroviarie, 191 treni e 1.109 bagagli.

Operazione della POlfer, sette denunciati

Nell’ambito dell’operazione “RailPol – Rail action day Active Shield” ad opera del Compartimento di Polizia Ferroviaria Lombardia, sono state impiegate 203 unità: controllati 191 treni controllati, 65  stazioni  e 1.109  bagagli. Tre persone sono state denunciate  per violazione al Foglio di via obbligatorio; tre per rifiuto di fornire le generalità; una  per resistenza a Pubblico ufficiale. 1.386 le persone identificate in totale.  Le attività di controllo straordinarie sono state svolte con il supporto anche di una unità cinofila.

Le pattuglie si sono avvalse anche di smartphone di ultima generazione, per il controllo in tempo reale dei documenti, e di metal detector per l’ispezione di bagagli sospetti. Le ispezioni sono state estese anche ai depositi bagagli.

Nel pomeriggio del 26 giugno, gli agenti della Squadra Compartimentale di Polizia giudiziaria della Polfer, al “boschetto di Rogoredo”, hanno individuato un magrebino intento a preparare dosi di stupefacenti destinate alla vendita. Alla vista dei poliziotti, il giovane straniero ha tentato la fuga ed è stato subito bloccato e trovato in possesso di 0,8 grqmmi di cocaina, di un bilancino e della
somma di 100 euro. Il tutto è stato sequestrato e il giovane, un 21enne marocchino,  è stato arrestato per resistenza a Pubblico ufficiale.

Leggi anche:  Incidente mortale in Tangenziale: Roncello piange Natalia ed Enrico VIDEO

A Milano, un agente del Settore operativo della Polfer, in compagnia di altro agente, entrambi liberi dal servizio, transitando per le vie cittadine, hanno visto uno straniero avvicinarsi ad un altro straniero, mentre questi attraversava la strada. Improvvisamente il primo, con mossa fulminea, ha estratto il telefono cellulare dalla tasca del secondo, colpendolo con un pugno al volto ed allontanandosi di corsa. La vittima, subito rialzatasi, ha quindi inseguito l’aggressore con il quale ha iniziato una violenta colluttazione. Gli agenti sono quindi intervenuti e  sono riusciti ad immobilizzarlo. Il rapinatore, un cittadino della Somalia di 22 anni, è stato perciò arrestato per rapina e denunciato anche per resistenza a Pubblico ufficiale,  il telefono è stato restituito alla vittima.