Parco di Monza – l’Enpa denuncia: animali selvatici aggrediti quotidianamente da da cani lasciati liberi dai loro padroni. Questa volta è toccato ad una scoittolina che per sfuggire all’animale si è buttata nel laghetto ed è morta annegata.

Parco di Monza scoiattolina sfugge all’aggressione del cane e muore annegata

Non c’è pace per gli animali selvatici che abitano i giardini della Villa Reale di Monza. Lo denuncia l’Enpa che in un comunicato lancia l’allarme: “potrebbero condurre una vita tranquilla e serena, invece sono costretti a subire le continue aggressioni di cani incoscientemente lasciati liberi dai propri padroni”.

Non è la prima volta

Era già successo ai primi di marzo quando uno scoiattolino era riuscito a salvarsi in extremis dopo essere stato aggredito da un cane. Eì andata meno bene alla femmina di scoiattolo che è stata aggredita mercoledì scorso: la poverina stava bevendo, dando le spalle al cane, e si è accorta del pericolo troppo tardi. Per cercare di salvarsi si è buttata nelle acque del laghetto ed è morta annegata.

Alcuni dei presenti hanno cercato di prenderla senza riuscirci, mentre il proprietario del cane si è allontanato – fanno sapere dall’Enpa –  come se nulla fosse.
La scoiattolina è morta così, e molto probabilmente moriranno anche i suoi piccoli, perché – spiegano i volontari – aveva le mammelle gonfie di latte ed è quindi probabile che su qualche albero i suoi piccoli stiano aspettando invano il suo ritorno, destinati a seguire la triste sorte della loro mamma.

Leggi anche:  Non ha pagato gli alimenti alla ex: 74enne arrestato mentre è al mare

Animali selvatici in pericolo

La cosa più grave – denunciano dall’Ente – è che non era la prima aggressione della giornata e pare che queste avvengano sempre nelle stesse ore. È molto probabile quindi che cani e proprietari maleducati siano sempre gli stessi.
Oche, anatre, cigni, lepri, scoiattoli, qualsiasi animale diventa facile preda di cani senza guinzaglio. Per questo ENPA chiede maggiori controlli all’interno dei giardini della Villa
Reale: perché “il regolamento c’è, basta farlo rispettare!”.

Scoiattolo morso il 6 marzo: sta meglio

Alle tante persone che hanno chiesto all’Enpa notizie dello scoiattolo aggredito nei giardini della Villa Reale ai primi di marzo ecco che arrivano i primi aggiornamenti: le notizie sono incoraggianti: il piccolo è ancora sotto terapia nella struttura specializzata dove è ricoverato ma ormai è più stabile sulle zampe. Il 20 marzo sarà sottoposto a una nuova visita veterinaria ei volontari si dicono cautamente ottimisti per la sua ripresa.