Piano City, al via la kermesse a dedicata al pianoforte con gli studenti e i docenti della Fondazione Appiani

Piano City, una full immersion nella musica

Anche quest’anno la Fondazione Musicale Vincenzo Appiani partecipa all’importante evento
milanese dedicato al pianoforte con una full immersion sugli 88 tasti che vedrà protagonisti gli allievi e i
docenti della storica scuola di musica monzese.

Tre sono gli appuntamenti inseriti nella manifestazione Piano City Milano 2019, suddivisi nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 maggio.

Il duo pianistico Della Bassa

Si parte sabato nell’Auditorium della Scuola di musica, dove gli allievi dei corsi pre – accademici della Fondazione si alterneranno alla tastiera con tre concerti, alle 15, alle 16 e alle 17.

Alle 21, in sala Maddalena, si terrà invece un Concerto a quattro mani del duo pianistico Erminio e Massimo Della Bassa , docenti della Fondazione Appiani, che proporrà musiche di Rossini, Debussy, Tchaikovsky.

Domenica, infine, le esecuzioni musicali si sposteranno sotto i portici dell’Arengario con quattro concerti degli allievi della Fondazione,  alle  11.30, alle 15, alle 16 e alle 17. Il repertorio proposto raccoglierà le più importanti composizioni della letteratura pianistica nelle quali giovani e giovanissimi si cimenteranno con musiche di Albeniz, Bach, Beethoven, Brahms, Chopin, Debussy, Gershwin, Grieg, Mendelssohn, Mozart, Rachmaninoff, Schubert.

Leggi anche:  Maxi operazione contro ‘ndrangheta e corruzione: scarcerato il forzista Tatarella

Una storia d’eccellenza

Il liceo Musicale Vincenzo Appiani è da oltre ottant’anni un punto di riferimento d’eccellenza per le nuove generazioni nell’insegnamento delle discipline musicali. La sua storia, nella quale si incrociano persone, luoghi e ricordi, appartiene alla storia della citta fin dall’1 novembre 1932, anno della sua nascita ad opera di Angelo Berti, pianista milanese, e di Riccardo Malipiero, primo violoncello della Scala.

Tutte le iniziative sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti e godono del patrocinio e del
contributo dell’assessorato alla Cultura del Comune.