Piano per rendere più sicure 90 stazioni lombarde: c’è anche Monza. Lo rende noto l’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo de Corato.

Più sicure 90 stazioni lombarde

“A seguito alle reiterate problematiche riguardanti la sicurezza delle stazioni lombarde, oggetto di numerose segnalazioni da parte di cittadini utenti, ed in seguito all’incontro durante il quale sono state affrontate queste tematiche avvenuto in Prefettura il 28 maggio, RFI (Ferrovie dello Stato Italiane) ha trasmesso il piano investimenti che andrà a riqualificare circa una novantina di stazioni lombarde” spiega de Corato  che è stato il primo a invocare la presenza di militari a bordo dei convogli.

In arrivo tornelli e telecamere

“In ciascuna saranno installati tornelli, recinzioni adeguate e sistemi di videosorveglianza” aggiunge l’assessore regionale in quota a Fratelli d’Italia. “Si tratta di un primo passo molto importante. E’ indispensabile tornare a ripristinare la legalità e la sicurezza per consentire a pendolari e, utilizzatori sporadici e personale di servizio di poter utilizzare i treni con serenità”.

Leggi anche:  Annegato nel lago per una congestione: Tiberio non ce l'ha fatta

Le stazioni: c’è anche Monza

Tra le stazioni interessate ci sono tutte quelle di Lecco, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Abbiategrasso. E ancora Busto Arsizio, Cassano D’Adda, Codogno, Como S.Giovanni, Crema, Cremona. Senza dimenticare la “nostra” Monza, Legnano, Lodi, Magenta, Rho, Sesto S.Giovanni. Infine anche  Sondrio, Varese, Vigevano e Voghera.