Pistola in faccia e rapinati, vittime due giovani studenti. Ha dell’incredibile quanto accaduto sabato sera a Biassono. Due 17enni, uno residente in paese l’altro a Carate Brianza, stavano camminando in via Mazzini per raggiungere le giostre.

L’aggressione

Erano circa le 21.50 quando si è avvicinato uno sconosciuto, vestito con abiti scuri e il volto travisato da un cappuccio. Senza pensarci due volte l’uomo ha estratto una pistola e l’ha puntata contro i due ragazzi per farsi consegnare portafoglio e cellulare. I due studenti avevano con sé solo un I-phone 6 che hanno consegnato al bandito.

La fuga

Una volta avuto il bottino il malvivente si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. I due amici hanno fermato un automobilista di passaggio per raccontargli quanto accaduto. Si sono poi fatti prestare un telefono per chiamare i rispettivi genitori.

Lo sfogo del padre

“E’ inaccettabile che succedano questi fatti in paese alle dieci sera – racconta il padre del 17enne di Biassono – Ho intenzione di dire al sindaco che è necessario organizzare una ronda perché dopo questo episodio bisogna tenere alta l’attenzione”.

Leggi anche:  Ferita in montagna, il video incredibile del salvataggio

Il commento del sindaco

“Lo Stato dovrebbe permetterci di assumere più personale addetto alla pubblica sicurezza – replica il primo cittadino Luciano Casiraghi – Invece i nostri vigili sono sotto organico e non possiamo fare nulla”.