Polizia locale, comandante appeso a un filo.

Il fatto

Il destino del comandante della Polizia locale, Piero Romualdo Vergante sembra segnato. Dopo il polverone sul concorso per sei agenti vinto dal figlio della sua compagna, il sindaco ha parlato apertamente di “fiducia compromessa” nei confronti del numero uno del Comando di via Marsala. E ha aggiunto: “Sono arrabbiatissimo”.

Consiglio a porte chiuse

Di quanto accaduto se ne è parlato lunedì sera in Consiglio in una fase a “porte chiuse”. Il sindaco Allevi ha relazionato l’Aula sul pasticciaccio del concorso evidenziando la trasparenza e la buona fede dell’Amministrazione comunale. “Abbiamo subito sospeso il concorso”, ha osservato il primo cittadino.

Cosa accadrà

Il futuro del comandante è nelle mani e nelle decisioni della commissione disciplinare: assoluzione, sospensione o licenziamento per giusta causa, i tre scenari sul tavolo. Intanto, la Giunta deve decidere se validare il concorso o annullarlo definitivamente.

Il resoconto dettagliato della vicenda e l’intervista al sindaco Dario  Allevi e all’assessore alla Sicurezza Federico Arena nel Giornale di Monza in edicola