Tutte le Forze dell’ordine hanno avuto modo di conoscere le criticità di Lissone. Giovedì mattina il prefetto di Monza e Brianza Patrizia Palmisani ha visitato alcuni punti caldi del territorio ma anche le eccellenze della città.

C’erano le Forze dell’ordine

Il prefetto, insieme al questoreMichele Sinigaglia, al tenente colonnello dei CarabinieriSimone Pacioni e al comandante brianzolo delle Fiamme gialleMassimo Gallo hanno fatto un «tour» dei punti caldi della città.

Accompagnati dal sindaco Concetta Monguzzi, e da assessori e consiglieri, il prefetto ha potuto vedere in prima persona la stazione, teatro spesso di proteste e polemiche con i residenti circa il servizio ferroviario regionale; la delegazione ha anche visitato la nuova centrale operativa della Polizia locale, il Centro Botticelli, l’ex quartiere Ls1.

Non solo, prefetto e rappresentanti della Forze dell’ordine hanno anche visitato alcune eccellenze della città come il Museo e l’istituto «Meroni».

A settembre un tavolo con Trenord

Il prefetto Palmisani ha anche annunciato che a settembre verrà aperto un tavolo con Trenord per discutere dei problemi che, quotidianamente, i pendolari sono costretti ad affrontare utilizzando i convogli che partono dalla stazione di Lissone.

(Foto: Comune di Lissone)

© RIPRODUZIONE RISERVATA