Questura di Monza e della Brianza troppo “magra”, interrogazione al Ministro dell’Interno e al Governo targato Pd-Movimento 5 Stelle. L’ha presentata il capogruppo della Lega al Senato, Massimiliano Romeo.

Questura troppo magra, interrogazione al Ministro

Uffici a mezzo servizio, personale ridotto nella nuova Questura di Monza. Ecco allora che il rappresentante del Carroccio ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, per chiedere un cambio di rotta e un “irrobustimento” delle forze in campo: sia negli uffici che sul territorio.

Le richieste al ministro

“La Prefettura e la Questura a Monza – osserva Romeo – rappresentano due presidi importantissimi per la sicurezza di un territorio cui fanno capo 55 Comuni per complessivamente circa 900mila abitanti”. Per questo il capogruppo della Lega al Senato ha chiesto un intervento per cercare di migliorare l’attuale dotazione della struttura del Polo istituzione a fianco della Provincia. “Per rendere veramente operativi questi organismi è necessario che la dotazione del personale sia adeguata ai compiti che devono essere svolti – ha aggiunto l’ex consigliere regionale, già assessore alla Sicurezza proprio a Monza – Questo sia per quanto concerne la garanzia di sicurezza e legalità, sia per quanto concerne l’efficienza nell’espletamento delle pratiche amministrative e il rilascio dei documenti”.

La situazione attuale

Il rappresentante della Lega ha illustrato una “fotografia” dell’attuale situazione: entrambe le strutture risultano infatti sottodimensionate negli organici, anche guardando a quelle di altre sedi con un numero analogo di abitanti o addirittura inferiore. “La Questura – osserva ancora Romeo – che dovrebbe avvalersi di 185 persone ne ha solo 128 e la Prefettura che dovrebbe contare su 35 effettivi ne ha 20”.

Leggi anche:  Aveva rapinato due minorenni minacciandoli con il coltello: identificato

Monza alza la voce, il ministro risponda

Monza alza la voce, il ministro risponda. Questo il senso dell’interrogazione presentata dal parlamentare lumbard. “Monza è la terza città della Lombardia in una delle Province più produttive d’Italia – osserva ancora il senatore, uomo forte della Lega e fedelissimo di Matteo Salvini – E’ impensabile che si protragga ancora a lungo una condizione come quella descritta. La carenza di personale fa registrare enormi disagi per i cittadini. Ad esempio appare paradossale che ci siano mesi e mesi di attesa per avere un passaporto. Per questo chiediamo quali azioni intende attuare il ministro dell’Interno per rendere più efficienti la Prefettura e la Questura di Monza”.

Interrogazione in Consiglio e la lettera del sindaco

La Questura era stata inaugurata ad aprile con la presenza dell’allora ministro Matteo Salvini. Nelle scorse settimane, proprio a fronte delle segnalazioni sui tempi di attesa molto lunghi per i passaporti, era stato il capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Monza, Cesare Gariboldi a presentare un’interrogazione al sindaco Dario Allevi. Il primo cittadino aveva ammesso la criticità della situazione e aveva manifestato in Aula l’intenzione di scrivere una lettera al Questore. Nei giorni scorsi, proprio circa i passaporti, qualche novità sembra essere arrivata per i cittadini. Attraverso le prenotazioni on line sul sito della Questura, se la data dell’appuntamento non è di gradimento, nel questionario dedicato ai consumatori si può segnalare che i tempi sono sono troppo lunghi e le motivazioni dell’urgenza.