Rapinato del portafogli alla stazione ferroviaria di Seregno e minacciato con una tenaglia da due nordafricani. La vittima è un colombiano di 27 anni. Intervento dei Carabinieri, treno bloccato per mezz’ora.

Rapinato mentre aspetta il treno

Rapinato alla stazione ferroviaria, lunedì verso le 22. La vittima è un colombiano del ’92. Il giovane era in attesa del treno quando è stato avvicinato da due persone, probabilmente magrebini, in stato di ebbrezza alcolica. Prima i due gli hanno chiesto una sigaretta, poi gli hanno sfilato il porfafogli dalla tasca dei pantaloni.

Minacciato con una tenaglia

Il colombiano si è accorto del furto ed è nato un diverbio, durante il quale è stato minacciato dai balordi che impugnavano una tenaglia. Lo straniero si è rifugiato sul treno, arrivato nel frattempo in stazione. Con la tenaglia i  due nordafricani hanno anche infranto il vetro della porta per accedere al treno, fermo sul primo binario. Gli autori si sono poi dati alla fuga dopo aver abbandonato il portafogli ma privo del denaro, circa venti euro.

Leggi anche:  "Compagno mitra", presentato il libro a Seregno

Intervento dei Carabinieri

Sul posto sono subito accorsi i Carabinieri ma i due malfattori si erano già dileguati. La vittima, regolare sul territorio italiano, risiede a Biassono. Il treno sul quale è salito per sfuggire ai nordafricani proveniva dalla stazione di Como San Giovanni con destinazione Milano Porta Garibaldi. Il convoglio è rimasto fermo circa mezz’ora sul binario 1 della stazione prima di poter riprendere la corsa verso il capoluogo.