Era l’incubo delle massaggiatrici della zona. Le lasciava paralizzate dalla paura dopo averle rapinate sotto la minaccia di un coltello e l’effetto della droga. Venerdì i carabinieri della Tenenza di Cesano Maderno lo hanno fermato. E’ un 38enne di Cesano, di buona famiglia, con problemi di tossicodipendenza. L’uomo è stato denunciato a piede libero: messo alle strette, ha confessato di aver rapinato, nelle ultime due settimane, tre donne, una italiana di 57 anni, una brasiliana di 32 e una colombiana di 50.

Una 57enne di Bovisio ha chiesto aiuto ai carabinieri

I militari del luogotenente Sebastiano Ciancimino sono intervenuti dopo aver raccolto la richiesta di aiuto di una massaggiatrice 57enne che esercita a Bovisio Masciago, all’interno del suo appartamento. La donna era stata allertata da alcune colleghe: erano state rapinate da un uomo che poco prima le aveva contattate al telefono per fissare un appuntamento per un massaggio. Minacciandole con un coltello, lo sconosciuto si era impossessato dei contanti che avevano in casa.

Addosso un coltello da cucina, nello zaino la droga

Quando è stato fermato, a Bovisio, in tasca l’uomo aveva 50 euro, che aveva appena sottratto all’ultima sua vittima, addosso un coltello da cucina, e nello zaino che portava in spalla un rotolo di nastro adesivo e alcune fascette di plastica. Nella tasca dello zaino i militari hanno rinvenuto anche una dose di cocaina e due di marijuana. La perquisizione è continuata sull’auto: qui i militari hanno rinvenuto un coltello a serramanico e due telefoni cellulari. Erano delle due massaggiatrici, una 32enne brasiliana e una 50enne colombiana, che qualche giorno prima il cesanese aveva rapinato nei loro appartamenti di Seveso.