Record di presenze al convegno Anaci “Ready to Run”

Per il terzo anno consecutivo Anaci Monza e Brianza – Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari – ha radunato in Autodromo oltre 500 amministratori di condominio, avvocati e geometri provenienti da tutta Italia per il “Ready to run”.

Una giornata, quella di venerdì, che è stata dedicata alla formazione professionale e all’approfondimento delle nuove normative in campo giuridico. Tanti i professioni e gli esponenti delle istituzioni intervenuti, a partire da Vittorio Sala, presidente dell’ordine degli avvocati di Monza, passando per il dottor Felice Manna, presidente della Seconda sezione della Corte di Cassazione, fino alla dottoressa Manuela Laub, magistrato della Seconda sezione del Tribunale di Monza. Presente anche l’assessore al Commercio del Comune di Monza Massimiliano Longo.

“La nostra associazione continua a crescere – ha commentato Marco Bonato, presidente della sede provinciale di Monza – Lo dimostrano i numeri degli iscritti, oltre duecento nella sola nostra provincia. Oltre a una costante formazione professionale, ci stiamo impegnando per consolidare le collaborazioni avviate già da qualche tempo con gli ordini professionali del nostro territorio. Ma non solo: siamo fieri di lavorare anche a fianco dell’amministrazione comunale per affrontare le sfide che il futuro ci impone: l’efficientamento energetico degli edifici e la mobilità elettrica”.

Leggi anche:  Travestito da It o Joker ha terrorizzato un ragazzino

E prosegue. “Il futuro che ci aspetta è la mobilità elettrica: non essere pronti, oggi, a gestire questa importante innovazione in ambito condominiale significa non essere in grado di offrire il giusto servizio ai condomini che amministriamo. Presto la mobilità sostenibile impatterà le nostre vite quotidiane: è del tutto sensato pensare che le auto elettriche saranno ricaricate, principalmente, negli spazi comuni dei condomini e nei garage privati. Per questo noi amministratori dobbiamo farci trovare pronti al cambiamento, epocale, e dovremo essere informati sulle normative di riferimento. Abbiamo accolto con piacere la notizia della prossima installazione, in città, di colonnine per la ricarica di auto elettriche: segnale che anche l’amministrazione comunale sta guardando in questa direzione”.