Resta incastrato mentre tenta la fuga e muore soffocato. Un episodio dai contorni ancor tutti da definire, quello verificatosi nel pomeriggio di oggi, venerdì, ad Arcore. E’ accaduto poco prima delle 17 tra via Beretta e via Parini.

Sul posto si sono portati i carabinieri, un’ambulanza e un mezzo dei Vigili del fuoco, chiamati dai residenti.

Dinamica incredibile

Secondo le prime informazioni un uomo sarebbe stato sorpreso dal proprietario  che, rientrando, lo ha trovato in casa. E si è dato alla fuga in giardino. Pare abbia scavalcato una recinzione finendo in una proprietà adiacente. A quel punto, si sarebbe infilato in uno spazio strettissimo, tra una recinzione e un muro, e di fatto sarebbe rimasto incastrato, soffocando.

Hanno tentato di rianimarlo

A soccorrerlo sono stati gli stessi residenti, che hanno chiamato il 118. Le sue condizione sono apparse da subito gravissime. Con l’aiuto dei vigili del fuoco l’uomo è stato liberato dalla trappola. I sanitari del 118 gli hanno praticato a lungo un massaggio cardiaco, ma ogni tentativo di salvargli la vita è stato vano. E attorno alle 18 è stato dichiarato morto.

Leggi anche:  Benemerenze civiche ad Arcore, la replica del sindaco Colombo

Pare che si tratti di un 40enne di origini straniere.

GUARDA LA GALLERY: