La Riqualificazione del centro storico di Trezzo pensata dalla maggioranza è stata in parte ridimensionata in sede di approvazione del nuovo Piano di Governo del Territorio.

Ridimensionata la riqualificazione del centro storico

Alla fine di una discussione, iniziata alle 9 e terminata pochi minuti prima delle 18 e che ha portato alla discussione di 139 osservazioni, di cui 78 approvate e 61 cassate, il nuovo Piano di governo del territorio (Pgt) è diventato realtà. La maggioranza, che aveva studiato un progetto di rilancio delle abitazioni del centro storico, attraverso l’apertura delle corti e delle cortili per dando vita a una serie di camminamenti pedonali è stata drasticamente ridimensionata. Sia la Sovrintendenza che gli stessi proprietari in molti casi hanno bocciato i progetti preferendo mantenere lo status quo.

Il consumo di suolo e le scelte strategiche

La maggioranza ha cercato di ridurre il numero di nuove costruzione per cercare di ridurre il consumo di suolo e in parte c’è riuscita arrivando ad eliminare 450 appartamenti che erano previsti nel vecchio documento di programmazione. Ma per l’opposizione si poteva in ogni caso fare di più. Nel Pgt sono stati inoltre inseriti progetti strategici, come l’area per la sede del capolinea della M2 e lo spazio per il passaggio del nuovo ponte su Trezzo.

Leggi anche:  Condannato a 5 anni per il business dei permessi di soggiorno

Leggi l’articolo completo sul prossimo numero della gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 2 febbraio o nell’edizione sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.