Rivisitazione storica: c’è grande attesa per il celebre evento in costume che come ogni anno racconterà i protagonisti della Monza medievale. Regalando un po’ di sapere e soprattutto grandi, grandissime emozioni.

Rivisitazione storica, la parabola di Estore Visconti

“Anno Domini 1407 – Estore Visconti è acclamato signore di Monza”.  E’ questo il titolo scelto per la XXXVIII Rivistazione storica che l’8 giugno, in prossimità della festa di San Giovanni, animerà come da tradizione il centro storico della città.

Un momento storico topico per la storia del borgo monzese, quello del nobile Visconti. Nel quale per la prima e unica volta veniva battuta moneta, ovvero il grosso visconteo, la bissola e la trillina. E che trova oggi riscontro in una misteriosa mummia sconosciuta ai più.

Dietro le quinte per i lettori

Nata per volere della signora di Monza Ghi Meregalli,  la manifestazione come ogni anno riunirà decine di associazioni e centinaia di figuranti in costume per mettere in scena la regale bellezza di Modoetia nel Medioevo. In un profluvio di colori, musica, e magia.

Leggi anche:  Dopo la polemica sull'opera d'arte con le teste di animale mozzate parla Enpa

Le dame e i nobili elegantissimi, i valorosi cavalieri con la spada, i contadini e gli artigiani con gli attrezzi dell’epoca e gli animali da cortile. E ancora il ricco tesoro di Teodolinda, le opere d’arte monzesi più belle e l’immancabile spettacolo pirotecnico de “I Folli”.

Una vera chicca per monzesi e turisti, alla quale settimana dopo settimana ci avvicineremo accompagnando i lettori attraverso gli aspetti storici più curiosi e i “dietro le quinte” nei quali da mesi i protagonisti si stanno muovendo.

Non resta che preparare la mente e il cuore…