Profondo cordoglio a Seregno per la scomparsa dell’imprenditore Roberto Silva che, insieme al fratello Ambrogio, guidava la nota azienda Italsilva – Gruppo Desa.

L’incidente in bicicletta di Roberto Silva

Il decesso di Roberto Silva martedì all’ospedale “Cisanello” di Pisa. La domenica precedente era rimasto coinvolto in un incidente in bicicletta durante la Granfondo della Versilia. Il 53enne, che gareggiava per il Team Maggi Off Road,  ha urtato un’auto condotta da una 21enne, che attraversava il percorso a dispetto dei divieti. L’urto fatale sulla discesa dal Cipollaio in Alta Versilia. Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente dell’industriale, trasportato in elisoccorso all’ospedale in condizioni gravissime. Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta.

Coinvolto un altro cicloamatore

Nel grave incidente di domenica è rimasto coinvolto un secondo cicloamotore, un 43enne di Milano ricoverato con diverse fratture all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore.  L’imprenditore milanese gestiva la nota azienda di detersivi con sede in via Monte Santo, che commercializza marchi noti come Chanteclair, Spuma di Sciampagna e Quasar. La Italsilva è stata fondata nel 1908 e la famiglia controlla anche una quota rilevante del gruppo Desa, una delle aziende di detersivi più grandi in Europa.

Leggi anche:  Entra dal fiorista a comprare una rosa e quando esce viene arrestato