Prima è salito sul tetto di una ditta, poi ha dato in escandescenza e ha spaccato il finestrino dell’auto dei Carabinieri di Meda mentre veniva accompagnato in caserma, denunciato un 30enne marocchino.

Sale sul tetto di una ditta a Meda

E’ successo mercoledì nel tardo pomeriggio, quando ai Carabinieri è arrivata una chiamata dal titolare di una ditta di divani in via Piave per la presenza di un soggetto in stato di alterazione sul tetto. Alla vista della pattuglia dei militari della stazione locale il giovane (irregolare, proveniente da Cabiate ma di fatto senza fissa dimora, avvistato già nei giorni precedenti mentre si aggirava tra Meda e Seregno) è subito sceso ed è apparso tranquillo.

Dà in escandescenza in auto e spacca il finestrino

I militari hanno richiesto l’intervento del 118, ma il 30enne si è rifiutato di salire sull’ambulanza. Mentre veniva accompagnato in caserma con l’auto di servizio, però, ha iniziato a dare in escandescenza e all’improvviso ha colpito il finestrino cercando di uscire.

Leggi anche:  Sassi colorati in omaggio a Carabinieri, Polizia locale e Avis Meda

Accompagnato all’ospedale di Desio

Alla fine i Carabinieri locali, supportati anche da altre pattuglie, sono riusciti a tenerlo a bada per poi affidarlo alle cure del 118. E’ stato infatti accompagnato all’ospedale di Desio da un’ambulanza della Croce Bianca di Cesano Maderno per il trattamento sanitario. E’ stato sottoposto agli opportuni accertamenti per stabilire se avesse fatto uso di droga. A suo carico risulta infatti una segnalazione amministrativa per uso di sostanze stupefacenti.

Deferito per danneggiamento aggravato

Alla fine il 30enne è stato deferito per danneggiamento aggravato.