Scarica rifiuti nel giardino della scuola  identificato e multato. I sacchetti di spazzatura venivano abbandonati nel fine settimana nel cortile della materna di via Roma a Limbiate

Scarica rifiuti nel giardino della scuola  identificato e multato

Dall’inizio di ottobre gli lunedì mattina bambini e personale della scuola materna di via Roma trovavano una brutta sorpresa in giardino. Le prime volte si era proceduto rimuovendo i sacchetti ma la spiacevole abitudine veniva puntualmente riproposta. Si sono quindi mossi Polizia locale e Ufficio Ambiente per cercare qualche indizio utile a individuare il responsabile ma senza successo

I controlli in borghese e la testimonianza di una residente

Il primo sospetto è stato che qualcuno, approfittando dei cancelli aperti, si introducesse nella scuola per abbandonare i sacchietti della spazzatura nel cortile. Quindi la Polizia locale aveva organizzato dei controlli con agenti in borghese, ma senza notare movimenti sospetti.  E’ stata poi una residente a fornire elementi utili a dare una svolta all’indagine. La donna ha segnalato che la spazzatura si trovava all’interno del giardino della scuola già dal sabato sera. Quindi, i sacchetti venivano lanciato dalla strada, aldilà della recinzione, quando il plesso era chiuso.

Leggi anche:  Il Superenalotto bacia la Brianza: centrato un cinque da 30mila euro

Gli indizi trovati nei sacchetti e la multa

I sospetti sono subito ricaduti su qualche abitante del condominio di fronte. La conferma è arrivata lunedì 25 novembre, quando il vigile ecologico di Gelsia ha aperto i sacchi per controllare il contenuto, trovando elementi utili ad identificare l’incivile.   Il limbiatese verrà ora sanzionato per abbandono abusivo di rifiuti, come previsto dalla legge. La multa si riferisce all’ultimo episodio, per quelli precedenti invece non ci sono le prove, anche se i sacchetti e il contenuto ripetitivo lasciano pensare che l’autore sia sempre lui.

I ringraziamenti del sindaco

“Voglio ringraziare tutti gli operatori, dall’Ufficio ambiente alla Polizia locale a Gelsia, per l’impegno in questa indagine, la caparbietà e la professionalità sono state premiate e un incivile cittadino è stato punito” sono state le parole del sindaco Antonio Romeo.