Prima il tamponamento poi l’inseguimento e la lite: nei guai anche un desiano. Incredibile quanto accaduto a Desio ieri mattina in via Maestri del Lavoro.

Scene da far west a Desio dopo il tamponamento

E’ lunedì mattina, siamo in via Maestri del Lavoro a Desio. Una Fiat Punto guidata da un 63enne di Bollate tampona l’Audi di un 37enne di Desio. Il buon senso lascia presumere che i due si siano fermati per compilare di comune accordo la constatazione amichevole. E invece no. Qualcosa va storto.

Il 63enne infatti invece di scendere dalla macchina si allontana facendo finta di niente ma il desiano riesce a raggiungerlo in auto e a bloccarlo poco dopo.

Visto che il bollatese proprio non ne voleva sapere di scendere dal mezzo il 37enne ha pensato bene di sferrare un pugno al finestrino della Punto, mandandolo in frantumi. Solo in quel momento il 63enne è sceso dalla macchina e, per tutta risposta, con un ferma-freni metallico, ha rotto tutti i vetri dell’Audi.

Leggi anche:  Il medico si chiama Di Maio: leghista rifiuta la visita

Una situazione davvero ingestibile che ha attirato l’attenzione di molti passanti e automobilisti e che si è risolta solo grazie all’arrivo delle Forze dell’Ordine. Sul posto sono infatti immediatamente arrivati i Carabinieri, oltre al personale del 118 che ha accompagnato i due automobilisti in ospedale in codice verde.

Per loro è scattata la denuncia con al duplice accusa di esercizio arbitrario delle proprie ragioni e danneggiamento.