Senza permesso e con il cibo scaduto, venditore ambulante nei guai. Retata del corpo di Polizia Locale Brianza Est, che giovedì sera ha colpito un food truck di Bellusco specializzato nella produzione e nella vendita di pasta.

Tutto sequestro

La retata è avvenuta nella serata di giovedì, quando gli uomini del comandante Alessandro Benedetti si sono recati in un parcheggio di corso Alpi, a Bellusco, per notificare una sanzione di 1.000 euro nei confronti del venditore, un italiano residente ad Arcore. Quest’ultimo, infatti, non risultava essere un ambulante, ma una presenza fissa all’interno del parcheggio. Durante la notifica, tuttavia, gli agenti si sono trovati di fronte una situazione decisamente più grave: formaggio scaduto nel 2018, padelle e mestoli a rischio contaminazione, scarichi non a norma. A questo si aggiunge una possibile segnalazione per la presenza di un lavoratore non in regola sul food truck.

In attesa di ulteriori sviluppi, la Polizia Locale ha posto sotto sequestro il veicolo e gli alimenti presenti all’interno dello stesso.

Leggi anche:  Cade dalla bici: paura per una 33enne

La replica del titolare del furgone

Non si è fatta attendere la replica del titolare della spaghetteria.

“Sono profondamente dispiaciuto e amareggiato per quanto accaduto, ma allo stesso tempo sono tranquillo: faccio questo mestiere da tanti anni, non mi sto certo improvvisando in questo campo. Per quanto riguarda la normativa mi riservo di presentare tutta la documentazione necessaria: dimostrerò che la regolamentazione per la quale il mezzo è stato posto sotto sequestro è stata superata. Per ciò che concerne il formaggio, confermo che la data di scadenza era stata oltrepassata, anche se la confezione era ancora chiusa e sigillata. E comunque si trattava di un “consumarsi preferibilmente entro” e non di una vera e propria scadenza”.