Seregno: nella notte di Capodanno tre auto a fuoco e una pensilina distrutta. L’intervento dei Vigili del fuoco ha riportato la zona in sicurezza.

Seregno: nella notte di Capodanno tre auto a fuoco e una pensilina distrutta

Tre auto a fuoco e una pensilina dell’autobus andata distrutta. E un primo bilancio di quanto avvenuto a Seregno nella notte di Capodanno 2020. Dopo avervi dato conto degli interventi dei soccorritori, segnaliamo anche l’intervento delle squadre dei Vigili del fuoco che, poco dopo la mezzanotte, sono intervenute nel parcheggio dei palazzi Aler, in zona Crocione a Sant’Ambrogio per tre auto in fiamme.

Le cause che hanno provocato l’incendio sono ancora da accertare; al vaglio anche l’ipotesi che possa essere stato causato dai moltissimi botti di Capodanno che proprio in quella zona, fino a pochi minuti prima, sono stati sparati, come si può vedere da questo video girato durante i festeggiamenti.

L’intervento dei pompieri

I Vigili del fuoco sono intervenuti tempestivamente e grazie al loro intervento le fiamme sono state domate e la zona messa in sicurezza.

Poco distante dal luogo dell’incendio è stata invece distrutta una delle vetrate della pensilina dell’autobus che si trova in via Solferino. Sono in corso indagini da parte delle Forze dell’ordine.

Ecco come si presenta la zona questa mattina: 

La preoccupazione del Comitato di quartiere

Il Comitato di quartiere Meredo Sant’Ambrogio di Seregno, attraverso le parole del suo referente David Savoca, esprime preoccupazione e sdegno per quanto accaduto nelle ultime ore nel quartiere. Ecco quanto diffuso poco fa sulla loro pagina Facebook:

Il Comitato esprime particolare sdegno per i fatti accaduti questa notte e invita i cittadini del quartiere a tenere alta l’attenzione e a non rassegnarsi all’inciviltà ma a prendere atto che esiste un'”emergenza culturale”!
Il Direttivo chiede al Sindaco un sopralluogo urgente su questi luoghi perché l’amministrazione si adoperi per individuare i responsabili e porre in essere le giuste misure riparative. Invita inoltre tutti gli operatori della città a fare un cordone di sicurezza “culturale” attorno la piazza Fari, la via Solferino e la via Bottego, occupando lo spazio civico della stesa via in modo permanente e portando cultura nel quartiere, unica arma di contrasto a tali attacchi.
Sant’Ambrogio chiede più controllo del territorio e cultura!

Anche il crocifisso situato nella stessa zona è stato imbrattato nella notte. Nella giornata di oggi, mercoledì 1 gennaio 2020, il sindaco di Seregno, Alberto Rossi e l’assessore William Viganò hanno effettuato un sopralluogo assieme al comandante della Compagnia dei Carabinieri di Seregno, Emanuele Amorosi. Nel pomeriggio anche alcuni abitanti del quartiere Crocione si sono radunati sul posto.

Leggi anche:  Concorso Esselunga: in Brianza vinte 8 Mini One ECCO DOVE
Ludovica Perrotta tra le braccia di mamma Giorgia