Smascherato un sistema di truffa al Servizio Sanitario Regionale: nei guai cinque dirigenti medici già in servizio presso le Aziende Socio Sanitarie Territoriali di Bergamo Est (Seriate) e di Bergamo Ovest (Treviglio).

Truffa al sistema sanitario, denunciati medici di Treviglio e Seriate

L’attività investigativa dei Finanzieri si è concentrata su cinque dottori che, pur avendo scelto di operare in regime libero-professionale all’interno di ospedali pubblici – cosiddetto regime intramoenia – assicurandosi così un’indennità di esclusività pari complessivamente a 200mila euro in aggiunta agli stipendi, in realtà esercitavano la professione sanitaria anche all’esterno. Visite e prestazioni nei confronti di singoli pazienti presso strutture sanitarie private, il tutto all’insaputa delle Amministrazioni Pubbliche di rispettiva appartenenza, di nascosto, contro la legge, incassando ulteriori compensi ricostruiti dai militari in 750mila euro.

Danno al servizio pubblico per quasi un milione

Un sistema fraudolento che ha generato un danno al Servizio Sanitario Regionale pari a 950mila euro.

ECCO QUANTO HANNO HANNO SEQUESTRATO AGLI INDAGATI: DA GIORNALEDITREVIGLIO.IT

Leggi anche:  Ciclista trovato a terra riverso in una aiuola: è gravissimo FOTO

Nei confronti delle strutture sanitarie private che hanno usufruito irregolarmente delle prestazioni da parte dei medici responsabili delle violazioni in materia di pubblico impiego sono state contestate sanzioni per 367mila euro, in parte già regolarizzate.

ECCO COSA SUCCEDERA’ ORA AI MEDICI TRUFFALDINI