“Sono stato rapinato”, ma poi scappa dal Pronto soccorso. Un episodio decisamente particolare quello accaduto nella notte tra sabato 27 luglio e domenica 28 a Meda, in via Indipendenza.

“Sono stato rapinato” ma poi scappa dal Pronto Soccorso

Intorno alla una sono intervenuti Carabinieri, ambulanza e automedica per soccorrere uno studente marocchino, 19enne e residente a Como, che ha raccontato di essere stato vittima di una rapina.

Ma quando è stato accompagnato all’ospedale San Gerardo di Monza per gli accertamenti del caso se ne è andato dal Pronto soccorso senza farsi registrare. In base a quanto ricostruito, il giovane, in stato confusionale, è entrato in un bar per chiedere aiuto, sostenendo di essere rimasto vittima di una rapina.

LEGGI ANCHE: Maltrattamenti su anziani: la casa di riposo di Besana smaschera i dipendenti violenti

La richiesta di soccorso

Dato l’allarme, nel locale sono prontamente accorsi i Carabinieri della stazione locale, che hanno posto delle domande per cercare di rintracciare il responsabile. Il giovane ha solo detto che gli erano stati sottratti dei soldi, il telefono cellulare e una collanina, ma non ha saputo fornire indicazioni precise. Vedendolo in stato confusionale i militari hanno quindi allertato i soccorsi, ma una volta accompagnato in ospedale in codice giallo il marocchino si è allontanato dal Pronto soccorso senza farsi visitare.

Leggi anche:  Dopo la lite con il fratello, aggredisce i carabinieri: arrestato

Indagini in corso

Successivamente si è ripresentato volontariamente. Proseguono le indagini dell’Arma per chiarire gli esatti contorni dell’episodio.