Massacra di botte la moglie davanti alla figlia, 31enne  arrestato. A mettere fine alla triste storia con diversi gravi episodi avvenuti tra le mura domestiche dell’abitazione di Roncello, sono stati nella giornata di ieri, venerdì, i carabinieri dell’Aliquota radiomobile di Vimercate che hanno messo le manette ai polsi dell’uomo, originario del Burkina Faso, a seguito dell’ultima grave aggressione alla donna.

Violenza in presenza della figlioletta

La moglie, italiana, è finita in ospedale con contusioni varie e addirittura la frattura di due costole, provocata dalla violenza del pestaggio. Per lei la prognosi è di trenta giorni. Un’ennesima aggressione che sarebbe avvenuta, come le precedenti, in presenza della figlia minore.

Una convivenza da incubo

Diversi i casi riferiti dalla donna, che sino ad oggi avrebbe sopportato il marito violento dietro le promesse dell’uomo, mai rispettate, di cambiare. Il 31enne, pluripregiudicato, si trovava per altro agli arresti domiciliari nell’abitazione di Roncello, per il reato di rapina aggravata. Dai domiciliari è quindi stato trasferito nel carcere di Monza a disposizione dell’autorità giudiziaria.