Spaccio di droga davanti alla stazione: due denunciati

Blitz ai giardinetti

Detenzione di sostanza stupefacente in concorso ai fini di spaccio: questa l’accusa di cui dovranno rispondere due giovani stranieri che nella serata di ieri, lunedì, sono stati fermati e denunciati a piede libero dagli agenti del commissariato di Monza. I due, un 28enne di origini sudanesi e un ragazzo egiziano, poco prima delle 20, sono stati notati dai poliziotti mentre sostavano, con un atteggiamento sospetto, nei giardinetti di via Arosio, proprio davanti alla stazione ferroviaria di Monza, zona tristemente nota per l’attività di spaccio di droga.

Sospetti fondati

Intorno ai due giovani extracomunitari gravitava infatti un gruppo di ragazzi. Un andirivieni che non è passato certo inosservato alle foze dell’ordine. Mentre i due, con fare circospetto si guardavano intorno nella speranza di non essere notati, i poliziotti hanno continuato il loro sevizio di monitoraggio. Quando uno dei due  ha aperto lo zaino e poi, dopo lo scambio di qualche parola, ha allungato la mano verso un terzo giovane, gli agenti hanno deciso di intervenire scoprendo così che i loro sospetti erano più che fondati.

Leggi anche:  Spaccio nel Parco delle Groane: Carabinieri di Cesano in pressing

Droga… e non solo

Un primo sommario controllo infatti ha permesso agli agenti di scovare, nascosti dentro al cappello del 28enne sudanese, circa 23 grammi di hashish. Non solo, ma all’interno dello zaino c’era un taglierino con la lama sporca  proprio della stessa sostanza. Nel giubbotto dell’egiziano invece c’era il carrello di una pistola scacciacani simile a quella in uso alle forze dell’ordine, senza alcun tappo rosso con caricatore privo di cartucce.

 La denuncia

I due  extracomunitari  sono stati  condotti presso la Questura di Milano  e deferiti in stato di libertà.