Le nozze tra minorenni erano finite con una sparatoria. Ora sono arrivate anche le condanne per i coinvolti. Due anni e nove mesi ai parenti del promesso sposo.

Nozze tra minorenni finite in sparatoria

I fatti risalgono allo scorso 18 aprile. Tutto ha avuto inizio all’interno di un appartamento di Cinisello. La lite (inizialmente solo verbale) ha coinvolto la futura sposa, di 14 anni, sua madre e i parenti del futuro sposo, di 15. Poi le parti sono passate alla vera e propria aggressione fisica. Il padre della 14enne a quel punto ha caricato la figlia e la moglie in auto, per dirigersi verso il Pronto soccorso del Bassini. I parenti del ragazzo, però, li hanno inseguiti, esplodendo quattro colpi di pistola, di cui uno è andato a segno, colpendo il fanale posteriore dell’auto.

Il processo

Ieri in Tribunale a Monza sono arrivate le condanne per i due, 26 e 41 anni. La denuncia da parte delle vittime era per tentato omicidio, violenza privata e detenzione e porto abusivo di arma da fuoco. Soltanto quest’ultima istanza è stata accolta e i due sono stati condannati ciascuno a due anni, 9 mesi e 10 giorni di carcere.

Leggi anche:  Famiglia che vive in un box intossicata dal monossido

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI