Svastiche contro i Martiri Vimercatesi, l’Anpi: “Vergogna”. Non si è fatta attendere la dura condanna della sezione di Vimercate dell’Anpi alla notizia, data in anteprima da giornaledimonza.it, delle svastiche comparse nella notte scorsa sul condominio di via Baracca, ad Arcore, nel complesso residenziale Falck dove nel febbraio del 1945 vennero fucilati i giovani partigiani vimercatesi per mano dei nazifascisti. Una svastica per ciascuno di quei ragazzi. Il gesto è avvento a pochi giorni delle cerimonie commemorative che si terranno domenica 3 febbraio.

La condanna di Anpi

Particolarmente colpito da quanto accaduto Savino Bosisio, presidente di Anpi Vimercate, informato del fatto dalla nostra redazione:

“Esprimo la condanna totale a nome di Anpi Vimercate nei confronti di un gesto vergognoso che arriva a soli tre giorni dalla manifestazione di commemorazione dei nostri martiri – ha detto a caldo – C’è grande preoccupazione perché episodi come questo si stanno moltiplicando. Dobbiamo opporci in tutti i modi legittimi a questi rigurgiti fascisti. Lo dobbiamo soprattutto a quei ragazzi che hanno lottato e sacrificato la loro vita per la democrazia. In questo Paese purtroppo l’antifascismo non è ancora un comune denominatore di tutti”.

Le svastiche saranno cancellate

Bosisio ha annunciato l’intenzione, insieme ad altri attivisti di Anpi, di voler coprire le svastiche prima della manifestazione di domenica.

“Non è pensabile sfilare domenica davanti a quei simboli –  ha aggiunto Bosisio – Interverremo per rimuoverli o coprirli”.

Le parole del Pd di Vimercate

“Proprio nella settimana in cui è celebrata la giornata della memoria, noi del Partito democratico siamo sempre più preoccupati per le politiche razziste di questo governo e per gli atti vandalici nazisti, fascisti e razzisti che continuano a manifestarsi nella nazione come nella nostra Vimercate – ha detto la segretaria cittadina Francesca Crippa – Gravi sono gli atti vandalici ai monumenti dei nostri partigiani vimercatesi, proprio in concomitanza dell’anniversario della loro uccisione, il 2 febbraio del 45. Per questo motivo il Pd di Vimercate non può stare in silenzio, non può stare fermo: scegliamo di aderire e partecipare alla celebrazione pubblica in ricordo di questo triste anniversario che si terrà proprio domenica 3 febbraio partendo alle 9.30 dal piazzale delle scuole Martiri Vimercatesi. Saremo lì a sostenere la democrazia, la libertà, l’uguaglianza,la solidarietà,il rispetto valori troppo belli e noi li difenderemo sempre a gran voce. E con la stessa forza il PD di Vimercate sarà presente in piazza sabato 2 febbraio a Monza, alla manifestazione” l’Italia che resiste”, perché per noi è inammissibile non accogliere ed essere solidali con chi oggi fugge dai paesi di origine per trovare pace..noi restiamo umani e saremo sempre resistenti ad ogni forma di razzismo. Vogliamo dire Basta a queste azioni che non ci appartengono e chiediamo che le istituzioni tutte pongano attenzione a questi temi rifacendosi ai valori che caratterizzano la nostra costituzione italiana”.

La condanna del sindaco e del Pd di Arcore

Netta anche la condanna del sindaco di Arcore Rosalba Colombo e della sezione arcorese del Pd.

Leggi anche:  "Metropolitana per le Olimpiadi? Proviamoci"

Il sindaco Colombo chiama a raccolta i cittadini in vista delle celebrazioni di domenica:

” Condanno fermamente  un gesto violento e vile. Uno sfregio ad una memoria che richiama un sacrificio di 5 giovani ragazzi morti per la libertà di questo paese. Un gesto che non va assolutamente sottovalutato. Non mi si dica che è una goliardata. No. Le svastiche ricordano tempi e culture ferocemente antidemocratiche, illiberali. Un tempo di fucilazioni, torture, un tempo in cui le libertà  civili erano vietate. No. Lancio un appello alla mia città, serve una risposta forte, democratica pacifica ma con grande significato. Siate presenti in gran numero alla celebrazione di domenica. Serve una risposta forte. Arcore civile, democratica c’è  ed è vigile”.

Michele Calloni, segretario del Pd di Arcore, cita una celeberrima frase di Sandro Pertini

“Il fascismo non può essere considerato una fede politica. Il fascismo a mio avviso è l’antitesi delle fedi politiche… perché il fascismo opprimeva tutti coloro che non la pensavano come lui”.

“Questa notte è avvenuto un atto che per la nostra comunità è senza precedenti!!! – ha poi aggiunto Calloni –  Il cancello di accesso al Villaggio Falck, al cui interno è conservata la lapide dei #martiri vimercatesi, è stato imbrattato con svastiche. UN GESTO CHE PUÒ ESSERE STATO COMPIUTO SOLO DA CODARDI E VIGLIACCHI! E’ solo grazie a persone come Emilio Cereda, Pierino Colombo, Aldo Motta, Renato Pellegatta, Luigi Ronchi e Iginio Rota che possiamo godere dei diritti e delle Libertà che abbiamo. Un gesto del genere è da condannare senza se e senza ma e ci piacerebbe che non lo facesse solo il Partito Democratico ma tutte le forze politiche arcoresi e vimercatesi e che le stesse partecipassero domenica alla commemorazione, visto che sabato 2 febbraio ricorre l’anniversario”.

Da registrare il commento a caldo anche del senatore Pd di Vimercate Roberto Rampi:

“È un fatto davvero grave che segna un punto di non ritorno in un clima crescente di sdoganamento del fascismo”.

La condanna dei pentastellati arcoresi

“Il Movimento 5 stelle di Arcore e io personalmente condanniamo senza se e senza ma il bruttissimo episodio di Via Baracca. Il Movimento 5 stelle sarà sempre contro tutti i regimi totalitari. Certi simboli non dovrebbero mai più essere proposti”, ha sottolieneato il capogruppo in Assise Andrea Orrico.