Non solo ha provocato un tamponamento – tra l’altro con leggeri danni alle auto e nulla alle persone – ma ha pure avuto il coraggio di arrabbiarsi e aggredire la controparte. E’ successo martedì mattina a Varedo, in uscita dalla Milano – Meda in direzione di Nova Milanese.

Avere provocato il tamponamento non gli è bastato

Una vera e propria sceneggiata, quella che un 46enne residente a Milano ha messo in atto ieri mattina in mezzo alla strada. L’uomo si trovava alla guida della sua Toyota Verso e, dopo avere tamponato la Toyota Aigo di una donna di 63 anni di Paderno Dugnano, è sceso dalla sua macchina e ha cominciato a inveire con la poveretta. Questa, aveva prudentemente rallentato prima di immettersi sulla Monza – Saronno, quando il 46enne è giunto alle sue spalle e ha provocato il tamponamento.

Urla e agitazione per confondere le acque

Subito dopo avere provocato il tamponamento, però, il conducente è sceso dalla macchina e anziché proporre di fare la constazione amichevole, ha cominciato a inveire all’indirizzo della donna. L’agitazione dell’uomo ha attirato anche l’attenzione di un automobilista di passaggio, che notata la scena, ha preferito fermarsi per proteggere la signora da eventuali escandescenze del suo antagonista. Mentre questi urlava senza calmarsi, la donna ha preferito chiamare la Polizia locale per chiedere aiuto.

Leggi anche:  In Egitto per il parto della moglie: torna e non trova più la casa

Nemmeno l’intervento del comandante lo ha calmato

Il comandante della Polizia locale di Varedo, Dario Colombo, ha cercato di calmare l’uomo al telefono, ma questi, di calmarsi non aveva nessuna intenzione. Sul posto è giunta una pattuglia, alla vista della quale, il 46 enne non ha nemmeno fatto finta di darsi una regolata, continuando a urlare contro il mondo intero. Probabilmente, la sua intenzione era solo quella di confondere le acque e dissuadere la signora dal procedere con la constatazione amichevole. Gli agenti varedesi, però, non ci sono cascati e al controllo dei documenti hanno riscontrato una vistosa anomalia: l’uomo girava, infatti, con una patente scaduta da 15 giorni. Per lui, dunque, una multa da 155 euro e il ritiro della patente e una multa da 41 euro per avere provocato il tamponamento.