L’intervento dei Vigili del fuoco e dei Carabinieri ha impedito che si consumasse una tragedia. Un ragazzo è stato salvato all’interno di un box in via Don Sturzo a Vedano al Lambro, al confine con Monza.

Salvato dai Carabinieri e dai pompieri

Nel pomeriggio di ieri, giovedì 25 aprile, un 20enne ha cercato di togliersi la vita all’interno del garage della propria abitazione, ancora da accertare le cause che hanno portato il giovane al gesto.

La prontezza dei Carabinieri di Monza – allertati dalla chiamata al 112 di un familiare – ha evitato il peggio. I militari dell’Arma, coadiuvati dai Vigili del fuoco di Monza e Lissone, dopo vani tentativi far desistere giovane dal compiere gesto,  sono riusciti a forzare la saracinesca per accedere al box.

Tragedia sfiorata

I militari e i Vigili del fuoco hanno cercato di tenere “impegnato” il giovane facendolo parlare ma, una volta sentito il silenzio all’interno del locale, hanno deciso di aprire il box. Una volta all’interno hanno trovato il giovane appeso a un supporto di metallo sollevato da terra a cui si era assicurato mediante una corda legata intorno al collo.

Leggi anche:  Biassono, perde il controllo dell'ultraleggero che si ribalta: illeso 81enne FOTO

Gli uomini di via Volturno e i pompieri, sostenendolo dai piedi evitando il soffocamento, hanno reciso la corda e allentato il cappio salvandolo.

Immediata è stata la corsa al pronto soccorso del vicino ospedale San Gerardo di Monza dove è stato ricoverato e sottoposto ad accertamenti. Il ragazzo non sarebbe in pericolo di vita.

Mercoledì pompieri in via Ramazzotti

Mercoledì, poco dopo le 17, i Vigili del fuoco dei distaccamenti di Lissone e di Monza sono intervenuti per soccorrere un uomo di 45 anni colpito da malore all’interno del suo appartamento in via Ramazzotti (nella foto l’intervento).

© RIPRODUZIONE RISERVATA