Tragedia di Corinaldo, 17enne di Rozzano ha preso in giro i genitori della giovane ragazza morta che cercavano il suo telefono.

Tragedia di Corinaldo, 17enne finge di avere il telefono di una delle vittime

Se esiste qualcosa di peggiore di dover patire tutto il dolore del mondo per la perdita di un famigliare, è quella di vedere qualcuno che tenta di sciacallare sulla morte. Nella tragedia di Corinaldo, dove qualcuno ha spruzzato spray al peperoncino provocando un tentativo di fuga che ha causato la morte di cinque ragazzi e una mamma, schiacciati dalla folla, il telefono di una delle giovani vittime si era smarrito in discoteca.

LEGGI ANCHE: Spray urticante al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti

“Ce l’ho io” afferma il 17enne rozzanese

Era quello di Benedetta Vitali, di Fano, la cui famiglia aveva tentato in ogni modo di recuperarlo, lanciando diversi appelli. Come riporta la nostra testata GiornaledeiNavigli.it  un ragazzo di 17 anni di Rozzano ha iniziato a dire che era stato lui a prendere il telefono.

Leggi anche:  Il sindaco di Vimercate: "Stop alle Province"

I genitori di Benedetta si sono rivolti alle forze dell’ordine e i carabinieri di Rozzano si sono messi subito alla ricerca dello sciacallo. Lo hanno trovato, ma il ragazzino non era l’autore del furto.

TUTTI I PARTICOLARI DELLA VICENDA SU GIORNALEDEINAVIGLI.IT