Per arginare la dilagante piaga delle discariche abusive e pizzicare i «furbetti dell’indifferenziata» in azione, l’Amministrazione comunale di Trezzo sull’Adda piazza le foto-trappole e subito scatta il blitz della Locale.

Le foto-trappole non perdonano

Il piano è stato varato a novembre, dopo la denuncia di un solerte cittadino pervenuta in Comando, che segnalava una discarica abusiva ai lati della strada in via Guarnerio. In questi mesi sono quindi stati attivati una serie di controllo mirati lungo la stessa e in altri tratti situati nell’area protetta del Parco Adda Nord, mediante l’impiego temporaneo di telecamere mobili per l’individuazione dei trasgressori. Così, dopo aver installato alcune foto-trappole in via Guarnerio, gli agenti hanno accertato un caso di abbandono di rifiuti al confine con Roncello, consistente in ruote inutilizzabili di bicicletta e diversi sacchi lasciati a bordo strada, contenenti rifiuti solidi urbani.

Nei sacchi pure una multa

Nei sacchi i funzionari  hanno rinvenuto tracce inequivocabili dei «proprietari», che sono stati così identificati. In pratica, erano costituite da documenti personali, contratti di assicurazione intestati a veicoli e da una ricevuta di aggiornamento della carta di circolazione degli stessi. Tra l’altro, uno dei multati è stato riconosciuto grazie a un verbale di violazione al Codice della strada elevato proprio dalla Polizia Locale di Trezzo nel 2016 per omessa assicurazione a carico di un marocchino, residente all’epoca a Brembate.

Leggi anche:  Federico Carminati, stella dell’Aurora basket di Trezzo, ha perso la partita più dura

Scattano le multe

I trasgressori, al termine delle indagini, sono stati raggiunti dai verbali di violazione per abbandono di rifiuti su suolo pubblico, ai sensi del Regolamento comunale di Polizia urbana, con una sanzione di 50 euro. Agli stessi verranno inoltre addebitate le spese di recupero e smaltimento dei rifiuti che l’Ufficio Ambiente ha prontamente fatto rimuovere tramite il Cem.

In estate i controlli si estenderanno in tutta la città

Visto il malcostume e l’anticipato inizio dell’estate i controlli saranno intensificati. La Polizia Locale sta infatti effettuando la mappatura dei luoghi più soggetti all’abbandono. Nel dettaglio, saranno messi sotto stretta osservazione via Europa al confine con Grezzago, l’area circostante la rotatoria di viale Lombardia, via Pastore, la zona del cimitero di Concesa lungo la Provinciale Sp104, via Valfregia, la strada sterrata sulla via per Vaprio, il centro storico, largo Donatori di Sangue, via Santa Caterina e via Gramsci.

Il commento dell’assessore alla Sicurezza

«L’abbandono di rifiuti è da sempre, insieme alle deiezioni canine, uno degli illeciti più odiosi e mal tollerati in una società che si ritenga civile». Questo il duro e lapidario commento dell’assessore alla Sicurezza e Protezione civile Silvana Centurelli in merito al dilagante fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti nelle aree verdi civiche; una piaga che l’Amministrazione vuole debellare a tutti i costi, arrivando a utilizzare anche le più moderne e sofisticate tecnologie.