Trovati 220 grammi di hashish in cantina. E’ accaduto ieri pomeriggio (giovedì 19 settembre) in via San Giacomo a Giussano dove sono intervenuti i Carabinieri della locale Stazione.

Hashish in cantina

Ieri pomeriggio, giovedì, i Carabinieri di Giussano stavano effettuando un servizio perlustrativo in diverse zone della città. I militari, giunti in via Addolorata, hanno notato un uomo aggirarsi in modo sospetto che camminava in ciabatte. Lo stesso, alla vista degli uomini in divisa, si è dato alla fuga scappando a piedi. E’ stato inseguito fino all’interno di un appartamento in via San Giacomo dove si era rifugiato.

L’arresto

Si tratta di un marocchino, O.E.F. le sue iniziali, classe 1989, celibe, incensurato, senza occupazione e irregolare sul territorio italiano che  stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti. A seguito della perquisizione personale, i Carabinieri gli hanno trovato addosso una chiave che è servita per aprire una cantina, adiacente all’appartamento, dove sono stati rinvenuti 220 grammi di hashish oltre a materiale per il confezionamento.  L’uomo è stato dunque arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti.

Leggi anche:  Bernareggio, arrestato pusher 26enne

Il processo

Venerdì mattina il 30enne è stato processato per direttissima e condannato a 18 mesi di carcere, pena sospesa. Lo stupefacente è stato confiscato.

TORNA ALLA HOME