Tutto il mondo del soccorso si è riunito per l’ultimo saluto al dirigente Areu Paolo Galimberti, questo pomeriggio, mercoledì 10 luglio, nella parrocchia San Giacomo di Meda.

L’ultimo saluto al dirigente Areu

Lacrime, commozione e tanti ricordi durante il funerale dello stimato e apprezzato dirigente Areu morto travolto da un’auto. Le ambulanze schierate nel parcheggio antistante la chiesa l’hanno salutato al termine della funzione accendendo le sirene, mentre i soccorritori di varie realtà del territorio hanno manifestato la propria vicinanza portando i labari.

Don Fabio: “Non si è rassegnato di fronte alla morte”

“Quando ho appreso la notizia della morte di Paolo sono stato sopraffatto da tante emozioni, dolore, incredulità e anche rabbia – ha esordito don Fabio Ercoli – Poi mi sono fermato a riflettere e mi sono chiesto se vale la pena lottare quando in un attimo tutto può essere spazzato via. Ho pensato che anche Paolo, lavorando come medico, rianimatore e anestesista tante volte si è trovato di fronte alla morte e alla sofferenza e tante volte si sarà posto questa domanda. Lui non si è rassegnato di fronte all’ineluttabilità della morte con cui era costantemente a contatto, ma ha lottato mettendo le proprie energie a disposizione degli altri. Ci ha insegnato che la cifra della vita dipende proprio da quanto ci si è presi cura degli altri”.

Leggi anche:  Si cerca Paolo Rio: al lavoro anche un gruppo di volontari

ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE DI SEREGNO IN EDICOLA E ONLINE DA MARTEDI’ 16 LUGLIO 2019