Un migliaio di fedeli hanno partecipato alla processione del Sabato Santo, scendendo nelle strade di Concorezzo fin dalle prime luci dell’alba e affollando la chiesa dei Santi Cosma e Damiano.

Tradizione radicata negli anni

A Concorezzo non c’è Pasqua senza la tradizionale processione del Sabato Santo. Intorno alle 5.30 la comunità ha iniziato a radunarsi all’interno della chiesa dei Santi Cosma e Damiano, piena in ogni ordine di posto. Circa un’ora dopo è iniziato il momento clou della mattinata, con la Processione del crocifisso che si è snodata per le vie del paese. Oltre un migliaio di fedeli hanno ripercorso le tredici stazioni della Via Crucis di Gesù, tornando quindi nuovamente presso la basilica dei Santi Cosma e Damiano. Presenti alla celebrazione anche tutti i parroci della Comunità pastorale.

Tantissimi i fedeli presenti

La risposta della comunità, come detto, è stata ancora una volta eccezionale. Un fiume di persone è scesa in strada ben prima dell’alba, sfidando anche le previsioni del tempo, che minacciavano pioggia. Le nubi hanno invece risparmiato la Processione, che si è quindi potuta svolgere senza intoppi: la pesante croce, sorretta da diversi volontari e posta al centro di due file composte da chierichetti e fedeli, ha così attraversato le vie del centro, seguendo il tradizionale percorso ripetuto ogni anno.

Leggi anche:  Don Giancarlo Brambilla festeggia 50 anni di messa