Vandali all’Omnicomprensivo, il Codacons diffida il Comune. Il Coordinamento delle associazioni dei consumatori interviene sull’ultimo atto vandalico dei giorni scorsi al centro scolastico superiore di via Adda, a Vimercate.

Accuse anche alle istituzioni

Parole dure nei confronti naturalmente degli autori dell’ultimo raid e di quelli precedenti, ma anche nei confronti delle istituzioni accusate di non aver agito al meglio per arginare il fenomeno. In particolare, come detto, il Codacons ha chiesto che nell’area venga installato un sistema di videosorveglianza, e ha annunciato che invierà una diffida al Comune di Vimercate.

Ecco il comunicato

L’istituto Omnicomprensivo di Vimercate è di nuovo oggetti di atti vandalici: stavolta i delinquenti hanno imbrattato barbaramente le mura dell’edificio e del cortile della struttura. Questo non è altro che l’ennesimo atto di inciviltà da parte di teppisti della zona, che senza alcuna remora si introducono durante la notte nell’edificio e compiono tali gesta sconsiderate. Purtroppo gli atti vandalici nell’Omnicomprensivo sono all’ordine del giorno, quello che ogni volta cambia è la modalità. Infatti qualche tempo fa dei balordi avevano fatto irruzione nel palazzo, danneggiando l’interno dell’edificio, provocando gravi conseguenze per tutti e quattro gli istituti presenti. Senza dubbio complice di tali fatti incresciosi la posizione dell’Omnicomprensivo, situato in una zona isolata e poco frequentata. È chiaro che il luogo risulta più che ottimale per i delinquenti che hanno così libero accesso alla struttura, e ciò di conseguenza, permette loro di agire in maniera indisturbata. Da ricordare poi che qualche tempo fa, oltre alla distruzione del mobilio e dei serramenti dell’edificio, erano stati rubati computer e lavagne multimediali, provocando così gravi perdite per studenti ed insegnanti. Insomma pare assurdo che le autorità non siano ancora intervenute per porre fine al problema. Quanti ancora dovranno essere i danni dell’edificio prima che qualcuno intervenga efficacemente? Considerato poi che la struttura è adibita per la formazione ed istruzione di ragazzi, la mancanza di tempestivi provvedimenti da parte della Pubblica Amministrazione risulta ancora più grave. Necessario dunque agire subito per fermare il problema.

Leggi anche:  I giovani di Arcore e Vimercate sono arrivati a Santiago de Compostela

Il Codacons dunque manderà una diffida al comune, chiedendo una maggiore sorveglianza nella zona, nonché l’installazione di telecamere di sorveglianza che permettano l’individuazione dei colpevoli e conseguente sanzione, ponendo così fine a tale situazione di grave disagio.