Vende cellulari davanti alla stazione: 17enne denunciato per ricettazione. Il giovane ha cercato di piazzare uno smartphone con sim bloccata: “Non è rubato, l’ho trovato per terra…”.

“Vuoi un cellulare?”: denunciato per ricettazione

“Ti interessa uno smartphone?”. Una domanda che un passante si è sentito porre non in un centro di telefonia, bensì davanti alla stazione ferroviaria di piazza Primo Maggio, a Sesto San Giovanni. A vestire i panni del venditore un 17enne di nazionalità rumena, bloccato dagli agenti della Squadra volante del Commissariato e denunciato a piede libero per ricettazione. Al momento non è chiaro se il cellulare messo in vendita fosse di provenienza furtiva. Non è la prima volta che alle Forze dell’ordine arrivano segnalazioni di presunti venditori di telefonini davanti allo scalo Fs. Di sicuro il cellulare non era suo, visto che a richiesta dei poliziotti il 17enne non è riuscito a sbloccare la sim inserita dentro il Huawei: “Non l’ho rubato, l’ho trovato a terra alcuni giorni fa”, si è giustificato.

Ha cercato di fuggire salendo su un autobus

Il fatto è avvenuto domenica, attorno alle 14. La Polizia era stata allertata da un uomo, che poco prima era stato avvicinato proprio dal ragazzo. Descritto inizialmente come un adolescente massimo 15enne, forse rom, indossava un pantalone della tuta, di colore grigio, una maglia nera marca “Emporio Armani” e una borsa a tracolla. Teneva in mano lo smartphone e aveva tutta l’intenzione di piazzarlo. Vedendo arrivare sul posto la pattuglia della Polizia, il 17enne ha cercato di darsela a gambe, dirigendosi verso l’area del capolinea e cercando di salire su uno dei pullman in partenza. Ma il tentativo è risultato vano, visto che davanti alle porte del mezzo pubblico si sono piazzati gli agenti. Senza fissa dimora, il 17enne è stato affidato alla zia.